Campi energetici nei Templi dell’Umanità

Semir Osmanagich è lo scopritore delle piramidi in Bosnia ed un ricercatore appassionato, fautore di studi e ricerche in oltre 75 siti megalitici di tutto il mondo.Recentemente ha presentato i risultati di uno studio svolto sui territori di Damanhur, in cui viene dimostrata l’eccezionalità dei nostri luoghi sacri.

Attraverso le sue ricerche dei campi energetici Semir ambisce ad unire due visioni spesso contrapposte: quella scientifica e quella spirituale. Per far questo si avvale di varie tecnologie: una videocamera PIP, un misuratore Tesla, un misuratore Trifield ed attrezzature specializzate nella rilevazione di campi magnetici, elettromagnetici, bioenergetici, orgonici e di energie scalari.

Semir e la sua squadra di tecnici sono venuti a Damanhur lo scorso Solstizio d’Inverno, ed hanno compiuto misurazioni in Damjl, nel Bosco Sacro, e in diverse sale dei Templi dell’Umanità. In un incontro con tutti i damanhuriani, Semir ha riassunto alcuni dei punti più significativi della sua ricerca, documentata in 250 pagine.

Guarda un breve video qui sotto.

I territori di Damanhur hanno campi di energia e frequenze molto al di sopra del normale, e risultano essere schermati dallo ‘smog elettromagnetico’, il che rende questi luoghi ideali per la guarigione, la meditazione, il rilassamento e le pratiche spirituali.

Le frequenze energetiche di un paesaggio normale si presentano come strati di diversi colori distribuiti in linee orizzontali. Osservando la collina sotto cui si trovano i Templi dell’Umanità, è possibile vedere come queste linee si alzino improvvisamente in verticale, riproducendo un fenomeno simile a quello che avviene nelle piramidi di Bosnia.

In una conversazione avuta anni fa con Falco Tarassaco, questi gli disse che i Templi erano energicamente potenti come una piramide. Semir ha condiviso che al tempo questo non gli sembrava possibile, ma che evidentemente Falco sapeva cose che lui non conosceva ancora!

Sono stati misurati anche i campi energetici a cupola sopra il Tempio Aperto, e i cambiamenti di frequenza che avvengono sopra il Cerchio dei Riti in Damjl, durante la celebrazione del Solstizio.

Vi sono livelli estremamente alti di energia orgonica in molte sale dei Templi (0.90-0.91) e nel ‘Boschetto’ di Damjl (0.95).

Semir ha condiviso con noi le ragioni per cui, a suo avviso, alcuni posti sacri, inclusi i Templi dell’Umanità, sono attivi dal punto di vista energetico:

      1. La geometria
      2. I materiali di costruzione
      3. L’orientamento – nord-sud e ovest-est, che segue gli scorrimenti energetici del pianeta
      4. La presenza di camere interne e passaggi
      5. L’intreccio di tunnel sotterranei
      6. La presenza dell’acqua – il cui movimento rilascia ioni negativi, soprattutto gli scorrimenti di acqua sotterranei
      7. La geometria sacra
      8. Le caratteristiche astronomiche – posizioni secondo specifici allineamenti e costellazioni
      9. La loro posizione rispetto ai luoghi potenti, dal punto di vista energetico

Siamo molto grati a Semir per aver condotto questa ricerca così dettagliata, e ci auguriamo di continuare a collaborare con lui in altre ricerche appassionanti!

Sei interessato/a alla ricerca effettuata? Puoi accedere all’intero documento di ricerca sul link qui sotto.

Related Articles

Responses

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *